SVINCOLO MAGIONE, ARRIVA ANCHE IL FINANZIAMENTO DELLA REGIONE

Svincolo Bacanella

Dalla Giunta regionale 250mila euro, imprenditori privati contribuiranno per 500mila euro
Il sindaco Chiodini: “Opera fondamentale per viabilità lago Trasimeno”

MAGIONE 1 agosto 2016 – La copertura finanziaria per la riqualificazione dello svincolo di Magione sul raccordo Perugia-Bettolle è ormai completa. Dalla Regione Umbria è infatti arrivato un contributo di 250mila euro per la realizzazione dell’opera, che si sommano al contributo per circa mezzo milione di euro di alcuni imprenditori privati pronti ad insediarsi nelle vicinanze dell’uscita dalla superstrada. Il progetto, di fatto esecutivo, avvierà a breve le varie conferenze di servizi per l’approvazione dell’opera. Il Comune di Magione intanto – con la notizia del finanziamento regionale – ha inserito l’intervento nell’aggiornamento del documento unico di programmazione approvato nei giorni scorsi in consiglio comunale.

Soddisfazione viene espressa da parte di Giacomo Chiodini, primo cittadino di Magione, per «il riconoscimento del valore di un’opera strategica per tutta l’area del Trasimeno, che intreccia oltre al raccordo autostradale anche le strade regionali 75bis e 599. Un ringraziamento sentito – sottolinea Chiodini – va alla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e all’assessore regionale alle infrastrutture Giuseppe Chianella: entrambi hanno immediatamente compreso l’occasione che veniva a profilarsi con il cospicuo finanziamento messo a disposizione dai privati». «L’infrastruttura – ha commentato nel suo intervento in consiglio comunale il sindaco – migliorerà la viabilità, la sicurezza stradale ed avrà anche un riflesso positivo per il comparto commerciale a valle di Magione. Questo, dopo la crisi della catena Mercatone Uno, sta attraversando una fase delicatissima di cui solo nelle prossime settimane sapremo l’epilogo con l’apertura delle offerte di acquisto del marchio al Ministero della sviluppo economico».

Il costo totale dell’opera si attesta attorno al milione di euro. La copertura finanziaria sarà quindi garantita da: contributo privato, finanziamento regionale ed oneri di costruzione di spettanza comunale.

L'assessore ai lavori pubblici Nazareno Annetti ha evidenziato «come l'opera sia stata già oggetto di apposite verifiche con uno studio sui flussi di traffico realizzato cinque anni fa. Il  progetto – ha aggiunto – sarà sottoposto a conferenza di servizi nelle prossime settimane per ottenere i pareri degli enti preposti, avviare l'iter di variante al piano regolatore e predisporre i necessari accordi tecnico-economici tra i soggetti interessati».

Gallery

DOCUMENTI ALLEGATI

Nessun allegato